top of page

Di Sandra

Sandra Lazzarini è una fotografa autodidatta nata in Italia nel 1976.

Dopo la laurea in Restauro Artistico nel 2002, svolge diversi lavori, riuscendo sempre a lasciare ampio spazio alla fotografia durante il suo tempo libero. Questo le permette un approccio libero e incondizionato alla sua poetica fotografica. La sua più grande fonte di ispirazione è il pittore René Magritte.

Le sue foto sono pubblicate su riviste cartacee e online e ha partecipato a mostre personali e collettive in Italia e in Europa. Vive e lavora in Romagna.

Ha recentemente pubblicato il suo primo libro "Me and other things" edito da Snap Collective Publishing

About Sandra.

Sandra Lazzarini is a self-taught photographer born in Italy in 1976.

After a degree in Art Restoration in 2002, she carries out various jobs, always managing to leave ample space for photography during her free time. This allows her a free and unconditional approach to her photographic poetics. Her greatest source of inspiration is the painter René Magritte.

Her photos are published in print and online magazines and she has participated in solo and group exhibitions in Italy and in Europe. She lives and works in Romagna, Italy.

She recently published her first book "Me and other things" published by Snap Collective Publishing

Statement dell' artista

L'affascinante fotografia di Sandra Lazzarini cattura la bellezza e l'unicità della femminilità.

 

La fotografa ci illustra una rappresentazione non convenzionale della bellezza, rappresentazione che cerca di sfidare i canoni tradizionali con cui solitamente viene consegnata l’immagine del corpo femminile allo spettatore. Le rughe, le smagliature e altri dettagli che la società ci dice di nascondere o addirittura di dimenticare, vengono abbracciati in modo quasi giocoso, invitandoci comunque a riflettere sulla nostra percezione della bellezza e sul significato dell'identità femminile, nonché accettare che la bellezza non è un concetto fisso.

 

I corpi che Sandra Lazzarini ritrae, a volte sono ornati da un'intricata serie di fiori oppure adornati con strass o fili d’oro che sfidano l'età, emanando un'atmosfera solida e pacata sia che si tratti di giovani donne che di donne più attempate.

 

Nell'era attuale, i temi della body positivity e dell'importanza dell'accettazione di sé sono più che mai discussi. La fotografia di Sandra Lazzarini ci incoraggia a fare un passo indietro e a cancellare i retaggi culturali e di bellezza ormai obsoleti senza mai cadere nel banale.

 

La fotografia fornisce un commento intrigante sull'identità femminile, incarnando la fiducia, la forza e l'amore per se stessi. La fotografia di Lazzarini è un promemoria stimolante del potere della bellezza non convenzionale e della celebrazione delle nostre identità individuali e diverse.

Artist Statement

Sandra Lazzarini is an accomplished photographer with a unique style of capturing beauty in unconventional forms. Her work often features female bodies, hair and flowers, to create empowering visuals that challenge social taboos.

 

Lazzarini’s photography often includes the use of soft colors and natural light, merging her subjects with the elements of nature and flowers. This creates a delicate, whimsical, and peaceful atmosphere that is inviting and beautiful all at the same time. The result is stunningly unique and authentic photos that confront taboos with humor, encapsulating the beauty and strength of her models.

 

Her works are bold and expressive, and often delve deep into the concept of body positivity. She encourages her models to be comfortable in their own skin, and celebrates all imperfections, marks, and wrinkles. Sandra is also known for her conscious or unconscious references to sexuality, which she often ironically evokes to confront taboos with humor.

 

Sandra’s photographs are more than just gallery-worthy pieces - they are a celebration of women’s identity, of their strength and beauty. They showcase how women can be comfortable with their bodies and minds, in spite of societal pressures. Her works also confront the desire to conceal breasts, sexes and nipples in contemporary society, which is often done at the initiative of men. By pushing boundaries and exploring unconventional forms of beauty, Sandra has become an iconic figure in the photography world.

bottom of page